Letture · Un'anima su carta

Neruda vs D’Annunzio: le diverse ottiche dell’amore. Poesie a confronto.

Chi ha mai detto che gli amori sono tutti uguali? Lo dimostrano queste due poesie, testimonianza di amore. E voi riuscite a notare la differenza?

La prima poesia è di Neruda. Godetevela.

Fonte: https://it.pinterest.com/pin/574842339913818448/
Fonte: https://it.pinterest.com/pin/574842339913818448/

Se tu mi dimentichi

Voglio che tu sappia
una cosa.

Tu sai com’è questa cosa:
se guardo
la luna di cristallo, il ramo rosso
del lento autunno alla mia finestra,
se tocco
vicino al fuoco
l’impalpabile cenere
o il rugoso corpo della legna,
tutto mi conduce a te,
come se ciò che esiste,
aromi, luce, metalli,
fossero piccole navi che vanno
verso le tue isole che m’attendono.

Orbene,
se a poco a poco cessi di amarmi
cesserò d’amarti a poco a poco.
Se d’improvviso
mi dimentichi,
non cercarmi,
ché già ti avrò dimenticata.

Se consideri lungo e pazzo
il vento di bandiere
che passa per la mia vita
e ti decidi
a lasciarmi alla riva
del cuore in cui ho le radici,
pensa
che in quel giorno,
in quell’ora,
leverò in alto le braccia
e le mie radici usciranno
a cercare altra terra.

Ma
se ogni giorno,
ogni ora
senti che a me sei destinata
con dolcezza implacabile.
Se ogni giorno sale
alle tue labbra un fiore a cercarmi,
ahi, amor mio, ahi mia,
in me tutto quel fuoco si ripete,
in me nulla si spegne né si dimentica,
il mio amore si nutre del tuo amore, amata,
e finché tu vivrai starà tra le tue braccia
senza uscire dalle mie.

Pablo Neruda

Ed ecco la seconda poesia; l’autore è D’Annunzio.

Fonte: https://it.pinterest.com/pin/396950154628442300/
Fonte: https://it.pinterest.com/pin/396950154628442300/

Rimani

Rimani! Riposati accanto a me.

Non te ne andare.

Io ti veglierò. Io ti proteggerò.

Ti pentirai di tutto fuorché d’essere venuto a me, liberamente, fieramente.

Ti amo. Non ho nessun pensiero che non sia tuo;

non ho nel sangue nessun desiderio che non sia per te.

Lo sai. Non vedo nella mia vita altro compagno, non vedo altra gioia.

Rimani.

Riposati. Non temere di nulla.

Dormi stanotte sul mio cuore…

Gabriele D’Annunzio

Avete colto le differenze nello stesso sentimento?

Neruda parla di un amore pieno, passionale e a tratti romantico e sognatore: “tutto mi conduce a te, come se ciò che esiste, aromi, luce, metalli, fossero piccole navi che vanno verso le tue isole che m’attendono“. E’ quell’amore che tutti vorremmo incontrare; qualcuno che possa essere la luce dei nostri occhi, il motivo delle nostre giornate. Eppure a differenza della seconda poesia il sentimento descritto entra in contrapposizione con la realtà: “Se d’improvviso mi dimentichi, non cercarmi, ché già ti avrò dimenticata“. L’autore, o la persona in cui tutti noi potremmo riconoscerci è però qualcuno che riuscirà a vivere di questo amore solo nel momento in cui questo sarà ricambiato. Le sue parole appaiono come un monito per il lettore/ascoltatore in più versi. Nel finale seguendo ancora questo oscillarsi di emozioni e di instabilità del sentimento, la conclusione è lieta. Come se dopo la “brutta notizia”, giungesse la “buona”: “Ma se ogni giorno,ogni ora senti che a me sei destinata con dolcezza implacabile. Se ogni giorno sale alle tue labbra un fiore a cercarmi, ahi, amor mio, ahi mia, in me tutto quel fuoco si ripete, in me nulla si spegne né si dimentica, il mio amore si nutre del tuo amore, amata, e finché tu vivrai starà tra le tue braccia senza uscire dalle mie”. 

D’Annunzio si distacca totalmente dalla visione di Neruda. A tratti, potrebbe venir da pensare che si stia descrivendo un sentimento diverso. La sua poesia “Rimani” descrive un tipo di amore molto più puro: incondizionato, non influenzabile da nulla o nessuno: “Non ho nessun pensiero che non sia tuo; non ho nel sangue nessun desiderio che non sia per te. Lo sai. Non vedo nella mia vita altro compagno, non vedo altra gioia“. E’ qualcosa che probabilmente per il suo estremismo, può apparire anche “egoista”. Il sentimento dell’altra persona, o il suo pensiero non è assolutamente considerato; ciò che importa è ciò che l’autore prova nei confronti della sua amata. L’amore in questo modo diventa un qualcosa di non condiviso, ma che esiste “nonostante l’altro” e non “con l’altro”.

Voi che ne pensate? Vi ritrovate nel cogliere il doppio lato della medaglia in ognuna delle due poesie proposte? Condividete il pensiero di uno dei due autori?

Fatemi sapere. Sono davvero curiosa di conoscere i vostri giudizi.

Un bacio,

Carla

Annunci

8 thoughts on “Neruda vs D’Annunzio: le diverse ottiche dell’amore. Poesie a confronto.

  1. Adoro D’Annunzio, ma non posso che rispecchiare il mio modo di vivere i sentimenti nella poesia di Neruda. Ricordo che qualche tempo fa, durante una cena, dissi al mio compagno che, se mi avesse lasciata, non mi sarebbe mancato. Che non significa non soffrire… Significa soltanto salvare ciò che resta di salvabile del cuore. Ciao 😊

    Liked by 1 persona

    1. Capisco cosa vuoi dire; bisogna comunque ricordare di proteggere noi stessi…perché se non lo facciamo noi in primis, chi vogliamo che lo faccia ? E il cuore va difeso con le unghie e con i denti 😉
      Un caloroso abbraccio. Grazie davvero per aver espresso la tua. A presto!

      Liked by 1 persona

  2. “Se d’improvviso mi dimentichi, non cercarmi, ché già ti avrò dimenticata.”
    Non l’ho mai interpretato come hai detto tu: “qualcuno che riuscirà a vivere di questo amore solo nel momento in cui questo sarà ricambiato”, anzi per me è esattamente il contrario.

    Mi piace

      1. Non la vedo come una forma di “ricatto” cioè se tu non mi ami io non ti amo, se tu mi dimentichi io ti dimentico. “tutto mi conduce a te”, magari per l’autore è un momento di crisi, ha bisogno di esser preso per mano senza metter in discussione nulla, infatti “il mio amore si nutre del tuo amore”.
        Comunque ognuno può darle il significato che vuole, non sono molto bravo in queste cose, generalmente mi faccio trasportare dalle mie esperienze sentimentali e vedo solo ciò che voglio 😀

        Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...