Viaggi e desideri

Trasferta di lavoro. Cosa portare con sé?

Si inizia a lavorare. Prima i problemi del cosa indossare i primi giorni, come truccarsi, come comportarsi.. poi quando ci si abitua ecco la nuova incognita: la trasferta di lavoro.

Devo essere sincera, la cosa non è che mi dispiaccia più di tanto; anzi. L’idea di farmi un’idea delle realtà limitrofe, mi ha sempre incuriosito. Questo non significa però che non mi faccia prendere dai miei bei dubbi su quest’esperienza che per me è del tutto nuova.

Cosa dovrei portare con me?

Questo è stato il grande interrogativo che mi ha fatto compagnia in queste ultime giornate precedenti alla partenza per Torino. Se all’inizio cercavo di “evitar di pensarci” per non farmi prendere dall’ansia (sono una persona molto ansiosa, per chi non mi conoscesse di persona) ora non posso più ritardare la decisione. Così ho deciso di scrivere una mini guida che possa essere utile anche a voi e come “memorandum” per qualsiasi trasferta futura; ovviamente se non si tratterà di lavoro i principi saranno un po’ differenti.

Allora, partiamo dall’essenziale: studiare il “tipo di viaggio”.

Per quanto tempo starete fuori? Come giungerete a destinazione? (Aereo? Treno? Macchina?) Stiamo parlando di un paesino o di una grande città? Che tempo farà lì nel periodo del mio soggiorno?

Le domande che bisogna porsi di partire sono tantissime, ma visto che non potrete effettivamente tenere conto di tutti i fattori imprevisti, focalizzatevi sulle cose principali. Un corretto set di domande è quello che sopra vi ho proposto.

Sulla base di questo, stiliamo insieme un esempio di lista.

Vestiti

E’ importante tenere in considerazione tutti i tipi di situazioni in cui vi potrete trovare per evitare di giungervi impreparate. Sicuramente essendo una trasferta di lavoro, dovrete avere un numero di completi (non per forza tailleur intendo, ma anche abbinamenti del tipo gonna+camicia, pantalone+maglia+cardigan o simili..) adatto al numero di giorni che vi dovrete presentare in ufficio. Qualora i giorni fossero pochi, non ci sarebbe alcun problema a usare dei capi anche del tutto disaccoppiati tra loro; se stiamo parlando di molti giorni invece, dovrete fare più attenzione a scegliere capi che potrebbero essere combinati tra loro in maniera diversa (ad esempio: porto quella camicia, che sta bene sia su quella gonna che su quel pantalone..ecc). Una volta stilata la lista accoppiamenti per i giorni di lavoro (si, non ci crederete ma spesso io mi ritrovo proprio a scriverla!) bisognerà considerare invece gli “extra”. Cosa farete una volta uscite da lavoro? Cene aziendali? Uscite in gruppo? Ci saranno giorni in cui non dovrete andare a lavorare e ne approfitterete per un giro della città? Musei? Cinema? In base insomma alle vostre aspettative, dovrete essere in grado di preparare degli abbinamenti utili al tipo di esigenza. Evitate di portare troppi capi, a volte per ridurre il bagaglio è necessario solo una migliore organizzazione.

P.s. E ricordatevi il pigiama!

Beauty e make up

Non so voi, ma io ho l’incubo di dimenticare le cose che uso nella mia beauty routine. A volte le uso così sistematicamente, che quando mi ritrovo a preparare la valigia, mi dimentico proprio della loro esistenza, ricordandomi solo a km di distanza da casa “ma il tonico? Dannazione”. Per chi tiene a queste cose (a maggior ragione se il viaggio è lungo) questa è la sezione della preparazione della valigia più complicata di tutte. Si possono inventare trucchetti diversi, per cercare di ricordare tutto. Inizio a creare la lista in base all’ordine in cui uso i prodotti dalla mattina alla sera, oppure parto dai prodotti per capelli (dall’alto), sino ad arrivare ai piedi (al basso) e cose così; ognuno può ricercare il metodo migliore. In genere io preferisco il metodo “dall’alto in basso”.

Capelli 

  • Shampoo+balsamo+maschera+crema idratante doppie punte ( o crema protettiva capelli)
  • Phon
  • Spazzole
  • Piastra? Ferro?

Beauty viso

  • Detergente viso e struccante+ dischetti cotone
  • Tonico viso
  • Crema idratante viso giorno e notte+ crema contorno occhi
  • Spazzolino+dentifricio+collutorio (fate uso del filo interdentale?)

Make-up Viso

  • Fondotinta / BB Cream
  • Correttore (o correttori, in base alle esigenze della pelle. es. Porto il correttore occhiaie e quello per i brufoli/macchie…)
  • Terra
  • Blush
  • Cipria
  • Ombretto/i ( ovviamente la scelta dipende dal tipo di trucco che usate in ufficio e il trucco serale che avrete intenzione di farvi)
  • Eyeliner e/o matita nera
  • Mascara
  • Prodotti sopracciglia
  • Prodotti labbra (burrocacao, lucidalabbra, rossetti… di cosa fate uso?)

Beauty Corpo

  • Crema idratante corpo e mani
  • Limetta/forbicette/Acetone/smalto ? (se fosse necessario un ritocco)
  • Profumo

Attenzione!

Controllate anche se l’albergo/ bed&Breakfast/ residence…(?) in cui soggiornerete vi metterà a disposizione asciugamani o saponi, bagnoschiuma, phon…potreste dover aggiungere o togliere qualcosa dalla lista sopra riportata.

A questo punto avrete quasi finito. Quello che io faccio alla fine è preparare un mini kit di sopravvivenza da portare con me in borsa.

Kit di sopravvivenza

  • Cioccolata
  • Cipria (quella da portare in borsa sempre con voi!)
  • Acqua termale
  • Burrocacao
  • Ombrello
  • Libro da leggere
  • Sciarpa/Guanti/Cappello
  • Occhiali da sole
  • Caricabatterie (telefono? ipod? Computer?…)
  • Ipod/Macchina fotografica? (Dipende sempre dal tipo di situazioni che avete considerato)
  • Documenti vari (carta di identità, patente…)+ soldi
  • Mappe, orari dei bus /aerei, treni…o ricorrete semplicemente ad internet! 😛

Non vi resta che chiudere la valigia e mettervi a letto. Non vi fate prendere dall’ansia; ripetetevi che andrà tutto bene (un po’ di auto-convincimento serve sempre).

PS. questo articolo avevo intenzione di pubblicarlo prima della mia trasferta di lavoro a Torino (per una settimana); ma tra impegni ed imprevisti vari non sono riuscita a concluderlo in tempo. Oggi come oggi, mi ritrovo a dover ripartire per lavoro e ne ho approfittato per “aggiornarlo” anche in base a quella che è stata la mia esperienza. Per farmi perdonare dell’attesa e dell’assenza (in trasferta è stato un incubo trovare del tempo per potermi dedicare al blog), vi lascio alcune foto di Torino.

Piazza San Carlo, Torino.
Piazza Castello, Torino.
Palazzo reale in Piazza Castello, Torino
Palazzo Madama in Piazza Castello, Torino.
Piazza San Carlo, Torino.

Un bacio e in bocca al lupo!

Carla

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...